Piano Regolatore di Sistema Portuale

Contenuto: 

Il Decreto Legislativo n.169/2016, all’art. 5, istituisce il nuovo Piano Regolatore di Sistema Portuale, quale strumento innovativo rispetto alla precedente prassi di pianificazione dello sviluppo dei porti. Il nuovo Piano Regolatore definisce l’ambito e l’assetto complessivo dei porti costituenti il sistema, ivi comprese le aree destinate alla produzione industriale,
all’attività cantieristica e alle infrastrutture stradali e ferroviarie, nonchè le caratteristiche e la destinazione funzionale delle aree interessate. 

PRP PORTO DI PALERMO
Il piano regolatore del porto di Palermo, redatto nel 1954, è ad oggi uno strumento ancora valido, ancorché modificato nel corso dei decenni da varianti connesse ad interventi progettuali intesi a soddisfare specifiche e puntuali esigenze infrastrutturali che si sono manifestate nel tempo. Lo stato di attuazione del vigente PRP, considerando i lavori in corso, è completo a parte alcuni interventi a corredo, quali il bacino di carenaggio da 150.000 tpl per il quale è stato affidato un primo lotto di consolidamento dei cassoni di contenimento e verifica delle strutture; il porto turistico di S. Erasmo ed il completamento del Porto dell’Arenella. Ad oggi la configurazione del porto di Palermo è la seguente: Porto di Palermo - Stato attuale Nel 2008 l’Autorità Portuale di Palermo ha redatto il nuovo Piano Regolatore del Porto di Palermo, sul quale è stata acquisita la prevista intesa con il Comune di Palermo

Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente - Piano Regolatore del Porto di Palermo

 

 

PRP PORTO DI TERMINI IMERESE
Il porto di Termini Imerese è classificato II categoria – II classe e pertanto rientra nella competenza dell’Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Sicilia. Il Piano Regolatore è stato approvato ai sensi dell’art. 30 della Legge Regionale n° 21/85 con decreto del Dirigente Generale del Dipartimento 32 Regionale Urbanistica. Per la concreta attuazione delle previsioni del suddetto Piano Regolatore occorreva effettuare la procedura di valutazione dell’impatto ambientale, effettuata su apposito Studio di Impatto Ambientale (SIA), che si è esaurita con l’emanazione del previsto decreto da parte dell’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente. Le previsioni del nuovo PRP sono fortemente innovative, poiché di fatto ribaltano la funzione commerciale dalla parte nord (a ridosso del molo foraneo) a sud (a ridosso del molo sottoflutto), e viceversa per la funzione turistica.

 

PRP PORTO DI TRAPANI
Il piano Regolatore Portuale di Trapani è stato esitato favorevolmente dal Consiglio Superiore dei LL.PP. giusta parere n. 1214 del 26.7.,1962. 34 Lo stato di attuazione registra la sostanziale definizione delle opere foranee e si prefigge un’analisi delle eventuali criticità al fine di operare le dovuta valutazioni

 

PRP PORTO DI PORTO EMPEDOCLE
 

Data ultimo aggiornamento: 27/12/2018 - 13:41:48

-